0,00

3293 visualizzazioni

Aggiungi alla playlist
Vota:
Vuoi inserire questo video nel tuo sito? Copia e incolla il codice riportato sopra nella tua pagina web!

Facebook

Twitter

I.T. con l'accento sulla I!

Alessandra Brambilla - 2a parte

 

Vice Presidente e Direttore Generale di Personal Systems Group Hewlett-Packard Italiana

Il più furbo è colui che non ha nulla da nascondere! In un mondo in cui la tecnologia è al centro di tutto, pensieri, passioni, relazioni, ecco che la trasparenza è l'arma migliore per emergere nel business e nella vita. Alessandra ci parla delle trasformazioni che l'I.T. ha portato nel modo di pensare, ragionare, comunicare e connettersi stimolando creatività e innovazione con strumenti a portata di tutti.

Trascrizione

I.T CON L’ACCENTO SULLA I! - 2a parte

Intervista ad Alessandra Brambilla, Vice Presidente e Direttore Generale di Personal Systems Group Hewlett-Packard Italiana.

Nella precedente intervista con Alessandra Brambilla, abbiamo citato un’espressione molto usata in HP: Think, Feel and Connect. Cosa intendete con questa espressione?

E’ molto bello lavorare nel mondo dell’Information Technology in questo momento, perché stanno avvenendo importanti trasformazioni nel modo in cui noi pensiamo, ragioniamo, viviamo le nostre passioni e in cui ci connettiamo. In qualche modo ci piace essere dei compagni di viaggio per i nostri clienti, in un percorso che ci sta facendo evolvere.

leggi tutto

logo

I.T CON L’ACCENTO SULLA I! - Seconda Parte

Intervista ad Alessandra Brambilla, Vice Presidente e Direttore Generale di Personal Systems Group Hewlett-Packard Italiana.

Nella precedente intervista con Alessandra Brambilla, abbiamo citato un’espressione molto usata in HP: Think, Feel and Connect. Cosa intendete con questa espressione?

E’ molto bello lavorare nel mondo dell’Information Technology in questo momento, perché stanno avvenendo importanti trasformazioni nel modo in cui noi pensiamo, ragioniamo, viviamo le nostre passioni e in cui ci connettiamo. In qualche modo ci piace essere dei compagni di viaggio per i nostri clienti, in un percorso che ci sta facendo evolvere.

Ad esempio, prendiamo il modo in cui pensiamo: “oggi l’informazione è un diritto di tutti”. Si può accedere ad essa da ogni parte del mondo. La cosa interessante è che si possono mettere in connessione intelligenze che non sono vicine fisicamente, e quindi questo dà grandissimo spazio alla creatività e all’innovazione. E visto che parliamo di creatività, pensiamo anche alle nostre passioni: la tecnologia è un abilitatore per vivere a 360° quello che ci piace fare. Pensiamo alla musica: oggi è sempre più fruita tramite il computer. O ancora, la fotografia, la possibilità di fare degli album fotografici. Non ultima, l’importanza della gestione delle relazioni: con l’esplosione del Social Network, tutto ciò che è relazionale, la creazione di connessioni viene amplificato.

Quindi davvero la tecnologia si trova al centro come abilitatore di quelli che sono gli impulsi fondamentali del pensiero, delle passioni, della relazione umana.

 

Ed in che modo l’Information Technology influisce sul modo di lavorare, sulle organizzazioni e soprattutto sulla Leadership?

Abbiamo parlato di intelligenza distribuita, e questo sta portando a delle importanti trasformazioni sia nelle competenze richieste alle nostre persone, sia su come viene interpretata la Leadership. Siamo in un mondo sempre più accelerato, ed anche ad un notevole grado di complessità, dove alcuni fenomeni nascono in  certe aree del mondo e si ripercuotono poi in altre aree, come nascono in alcuni processi di business per poi ripercuotersi in altri processi.

Quello di cui abbiamo bisogno sempre più è soprattutto l’ingaggio delle nostre persone, la capacità di agire come dei change agent, e una competenza allargata, non più settorializzata, specialistica,  ma bensì di persone motivate che sono in grado di lavorare insieme, di creare un network, di comunicare costantemente e di costruire insieme nuovi modelli di business dando spazio alla loro creatività.

Tornando al concetto di leader, è importante sì avere un leader che abbia una visione e sappia valorizzare i punti di forza dell’azienda in ottica di risposta alle esigenze dei propri clienti. E’ molto importante avere dei processi che consentono un’esecuzione efficace ed efficiente, ma soprattutto quella che viene esaltata è la capacità del manager e del leader nel valorizzare le persone, nel saperle motivare, nel saperle ingaggiare e nel facilitare questo Network che alla fine risulta veramente creativo e aiuta a creare il futuro e i nuovi modelli di business.

 

Abbiamo parlato di persone, relazioni, di organizzazione. E i valori?

Nel mondo dell’informazione, quello che vince è la trasparenza, sia nel modo in cui si fa business che nell’impatto sul sociale. Ecco che diventa fondamentale un approccio al business che sia etico, e mi piace pensare che oggi il più furbo è colui che non ha nulla da nascondere, e questo lo rende più forte anche sul business.

 

www.videodimrpesa.com


Categorie

CANALI: Strategia, Capitale Umano
FORMAT: Punti e Capi

Commenti

Per inserire un commento, devi essere iscritto e loggato


Video Collegati

Social Media vs PMI: chi la spunterà?

Matteo Bianconi - prima parte

Social Media vs PMI: chi la spunterà?

Matteo Bianconi - seconda parte

Coming soon...

...solo nei migliori monitor

I.T. con l'accento sulla I!

Alessandra Brambilla - 1a parte

Scavolini: precursori per tradizione!

Vittorio Renzi

Tag Cloud

videodimpresa

condividi

Facebook
Twitter
© 2010 Tutti i Diritti Riservati a www.castaspell.it
SPELL s.r.l. Via degli Orefici,2 - 40124 BO Tel. +39 051.222.186 - Fax. +39 051.271.529
E-mail: info@castaspell.it - P.Iva 02144021207 - Cap. Soc. € 20.000,00 I.V.
R.I. BO, P. Iva e Cod. Fiscale 02144021207- R.E.A. BO 415884
Created by BJGroup